• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Giurisprudenza 2009 - 2017 Il provvedimento di assegnazione della casa coniugale non è elemento che possa incidere sulla pignorabilità del bene


Il provvedimento di assegnazione della casa coniugale non è elemento che possa incidere sulla pignorabilità del bene

E-mail Stampa PDF


Il provvedimento di assegnazione della casa coniugale non è elemento che possa incidere sulla pignorabilità del bene (Cass. 19 luglio 2012 n. 12466)

*   *   *   *   *

La Cassazione ha ribadito che l'assegnazione della casa coniugale costituisce un diritto personale di godimento ma non è in alcun modo assimilabile ad un diritto reale. Dunque  il bene oggetto della assegnazione stabilita con provvedimento giudiziale può ben essere venduto o può essere  oggetto di espropriazione immobiliare.

Naturalmente all'acquirente sarà sempre opponibile il diritto dell'assegnatario ad utilizzare il bene finché ci abitino figli minori o maggiorenni non economicamente autosufficienti.

Resta il dubbio di capire come possa l’acquirente o l’assegnatario far accertare che sono venuti meno i presupposti della assegnazione del bene; con un giudizio di modifica delle condizioni di separazione, divorzio o con una procedura di “sfratto”.

Il provvedimento di modifica delle condizioni non  ha valore solo tra le parti? Può un giudice diverso da quello della separazione (e/o divorzio) modificare un provvedimento reso da quest'ultimo?

 

 

JoomlaWatch

JoomlaWatch Stats 1.2.7 by Matej Koval

Countries

86.5%ITALY ITALY
8.5%UNITED STATES UNITED STATES
2.5%UNITED KINGDOM UNITED KINGDOM
0.6%CANADA CANADA
0.2%GERMANY GERMANY

Visitors

Today: 22
Yesterday: 133
This week: 904
Last week: 928
This month: 2002
Last month: 4688
Total: 50706



Segui la pagina Facebook dello studio per essere sempre informato delle ultime novità

Vai alla pagina dello studio


Design by S.Giancane / NovaSystemi.it