• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Articoli e commenti (civile) Famiglia La visita al figlio minore del genitore non affidatario: un diritto ma anche un dovere (Avv. Roberto Pasquali)


La visita al figlio minore del genitore non affidatario: un diritto ma anche un dovere (Avv. Roberto Pasquali)

E-mail Stampa PDF


La visita al figlio minore è un diritto per il genitore non affidatario, ma anche un dovere.

Non di rado  la conflittualità che molto spesso accompagna la separazione ed il divorzio fa perdere di vista, ai genitori, i bisogni effettivi ed affettivi dei propri figli.

I genitori infatti, molte volte, consciamente o inconsciamente, finiscono per contendersi l’affidamento dei figli, chiamandoli in sostanza  ad effettuare una scelta tra  loro, impedendo in tal modo la frequentazione da parte dell’altro;  oppure, al contrario, si disinteressano dei figli stessi (quasi sempre il coniuge non affidatario),  sparendo quasi  completamente dalla loro vita.

Entrambi questi comportamenti sono dannosi per i minori, deprecabili,  e comunque vietati e sanzionati dalla legge.

Al diritto di visita del genitore non affidatario corrisponde un correlativo dovere da parte dell’altro di agevolare gli incontri, ed esiste nel contempo, per il non affidatario, anche un cogente dovere di visita e di frequentazione.

Ed invece capita a volte che il coniuge non affidatario abbandoni gradualmente i figli, mese dopo mese,  saltando qualche week end di sua spettanza, evitando di portarli  con sé in vacanza e  così via.

Come viene spesso ritenuto responsabile ex art.  388 comma 2, c.p e condannato, per mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice,   il genitore  separato (quasi sempre la moglie) che  impedisce all’ex coniuge di vedere i figli oppure condannato per  sottrazione di minore quello che si  trasferisce lontano  senza un provvedimento di autorizzazione del giudice,  viene al tempo stesso sanzionato anche il coniuge non affidatario (quasi sempre il padre) che  omette di esercitare, pur potendo, il c.d. diritto di visita.

Il dovere per il non affidatario di frequentare il figlio  è dunque un dovere da non sottovalutare ed oltretutto il mancato esercizio dello stesso può comportare, oltre alla decadenza dalla “responsabilità genitoriale” ( la vecchia “potestà genitoriale”), anche gli estremi del reato di cui all’art. 570 c.p. (Violazione degli obblighi di assistenza familiare).

Esistono peraltro alcuni strumenti legislativi atti a garantire al minore il mantenimento di un rapporto equilibrato e continuativo con il padre e la madre.

La Legge 56 del 2006 ha introdotto alcuni rimedi nell’art. 709 ter del Codice di Procedura Civile. A seguito di un ricorso, il Giudice, se riscontra gravi inadempienze o di atti che comunque arrechino pregiudizio al minore od ostacolino il corretto svolgimento delle modalità,  può, anche congiuntamente, disporre la sanzione dell’ammonimento, che consiste nell’avvertimento del genitore inadempiente al rispetto di quanto deciso nella sentenza o nell’accordo di separazione o di divorzio, ovvero una  sanzione amministrativa pecuniaria da corrispondersi in favore della Cassa delle ammende, oppure una sospensione, e nei casi più estremi, la decadenza dalla potestà genitoriale e il risarcimento dei danni, a carico di uno dei genitori, nei confronti dell’altro.

Non rileva, però, qualsiasi inadempimento degli obblighi di assistenza familiare, ma soltanto quelle condotte (positive od omissive) idonee ad incidere sul corretto sviluppo della personalità del minore.

Ovviamente, non sarà possibile imputare al genitore non affidatario alcuna  responsabilità qualora esista un rifiuto insuperabile da parte del figlio, ad intrattenere rapporti con il genitore stesso. In tale ipotesi si potrà giungere anche ad una sospensione del diritto-dovere di vista a tempo indeterminato, proprio per salvaguardare l’interesse del minore.

Comunque al di fuori di queste situazioni piuttosto marginali, il completo disinteresse e la consapevole certezza di non poter contare sulla guida,  sull'affetto, e sulla costante protezione di uno dei  genitori, è in ogni caso per i figli sempre un dolore ed un danno grande che nessuna norma di legge potrà purtroppo mai arginare.

 

JoomlaWatch

JoomlaWatch Stats 1.2.7 by Matej Koval

Countries

82.2%ITALY ITALY
6.1%UNITED STATES UNITED STATES
2.8%UNITED KINGDOM UNITED KINGDOM
2.6%FRANCE FRANCE
1.7%CANADA CANADA

Visitors

Today: 90
Yesterday: 107
This week: 302
Last week: 637
This month: 1871
Last month: 2218
Total: 30075



Segui la pagina Facebook dello studio per essere sempre informato delle ultime novità

Vai alla pagina dello studio


Design by S.Giancane / NovaSystemi.it